CIMA a SIGEP EXP

Cima a SIGEP EXP, l’edizione full digital del Food Service Dolce

03 Marzo 2021

Quest’anno per la prima volta CIMA presenterà i suoi prodotti a SIGEP EXP, l’edizione full digital della fiera del Foodservice Dolce, manifestazione che normalmente aveva luogo a Rimini.
Nonostante il periodo e le restrizioni, crediamo che sia una bellissima opportunità per presentare sul mercato i nostri prodotti da front e back office …
CIMA sarà a disposizione con il suo team sulla piattaforma digitale dal 15 Marzo al 17 Marzo, pronti a illustrarvi i modelli SDM 100, SDM 500 e mostrarvi in anteprima la gamma InLane da front office, perfetta per tutti i negozi come tabaccherie, gelaterie, panetterie, bar e ristoranti.
Sarà l’occasione anche per il lancio sul mercato della SDM 50 , piccolissimo dispositivo da deposito
Vi aspettiamo sulla piattaforma SIGEP EXP dall’ 8 Marzo per iniziare a visitare tutte le pagine e il 15/16/17 , giorni in cui saremo online


CIMA Case History

Cima Case History.

04 Novembre 2020

Da sempre CIMA si pone l’obbiettivo di progettare, sviluppare e produrre sistemi per la gestione del denaro che aiutino i propri clienti a migliorare efficienza, precisione e velocità del ciclo del contante.
Da alcuni anni , in partnership con ABSTechnology, collaboriamo con grande soddisfazione il gruppo CONAD.
I dispositivi installati dal cliente sono i nostri cash-in SDM500H, soluzioni di deposito, con una sacca autosigillante da 3000 banconote, grazie alle quali garantiamo la sicurezza del contante fino al ritiro da parte del trasporto valori.
Alleghiamo intervista rilasciata dal Dott. Pietri, responsabile sicurezza di Conad Nord Ovest
“Pistoia, 2 novembre 2020 – La corretta gestione degli incassi di una grande catena di supermercati è uno dei fattori chiave per gli operatori del settore. Marco Petri, responsabile sicurezza di Conad Nord Ovest, spiega come negli ultimi quattro anni l’utilizzo delle soluzioni proposte da ABS Technology abbiano migliorato la situazione a iniziare dall’utilizzo di Bsafe, il sistema che integra macchine incassa contante interne cash-in direttamente collegate con i conti correnti aziendali.
Qual era la gestione del contante in Conad prima di passare alle casseforti intelligenti?
Prima del passaggio al cash-in la maggior parte dell’incasso in contanti dei nostri punti vendita veniva affidato al portavalori per il successivo conteggio da parte delle varie banche. Per comprendere quanto delicata fosse un’operazione di questo tipo basta considerare che il 60% dell’incasso veniva versato in banca per mezzo dei portavalori.
C’erano state particolari criticità?
Certamente. E le maggiori criticità erano legate alla sicurezza e alla reale disponibilità del denaro. La collocazione delle casseforti sul fronte strada le esponeva ad attacchi da parte di malviventi, ma anche senza questi problemi i ritardi di conteggio e accredito degli incassi erano all’ordine del giorno.
Quando avete deciso di dotarvi di questi dispositivi? E che scelta avete effettuato?
Abbiamo deciso di passare alla gestione del contante cash-in nel 2016, pur conoscendolo da tempo, quando i dispositivi presenti sul mercato hanno raggiunto performance e affidabilità in linea con le nostre attese.
Qual è stata la vostra esperienza di collaborazione con ABS Technology?
Abbiamo conosciuto ABS Technology come service scelto da MPS per il servizio di cash-in. Insieme abbiamo condiviso un progetto pilota per valutare due tipologie di macchine per poi scegliere quella che da allora viene utilizzata nei punti vendita Conad del nostro territorio.
Quali sono i vantaggi di Bsafe nei vostri punti vendita?
I vantaggi di utilizzare il cash-in in ogni punto vendita sono almeno quattro: aumento della sicurezza, considerando che la cassaforte è collocata internamente e non sulla strada; certificazione del versamento, eliminando ogni forma di controllo amministrativo; disponibilità del contante il giorno bancario successivo al versamento; riduzione dei tempi di maneggio e versamento del denaro.
Quante casseforti intelligenti avete adesso?
Oggi abbiamo oltre 160 macchine con un programma di installazione già definito che ci porterà ad averne 180 entro il prossimo dicembre.”


CIMA al PRO Memoria Festival 2020

CIMA al PRO Memoria Festival 2020

16 Ottobre 2020

Malgrado le difficoltà dovute all’emergenza covid CIMA ha confermato anche per il 2020 la propria adesione come PLATINUM sponsor all’evento MEMORIA FESTIVAL. Dopo l’edizione digitale di Giugno il festival è ritornato con una edizione in presenza dal 16 al 18 Ottobre.

Il tema di questa edizione è “CAMBIO VITA”

Ponderata o improvvisa, occasione da cogliere alla svelta o scelta obbligata a cui adattarsi, quella del Cambio vita è stata una delle conseguenze più inaspettate della pandemia che ha sconvolto e sta sconvolgendo il 2020, così incisiva per ciascuno di noi da dover essere approfondita e analizzata. Dopo quella dello scorso anno dedicata all’Identità, è stato dunque naturale per il Pro-Memoria Festival – promosso e organizzato dal Consorzio del Festival della Memoria in collaborazione con Giulio Einaudi editore – proseguire in questa direzione scegliendo proprio Cambio vita come tema dell’edizione autunnale, ampliando il discorso alla luce della sorprendente quotidianità di cui tutti siamo involontari protagonisti: da dimenticare per alcuni, occasione per ritrovarsi o evolvere per altri, in ogni caso determinante per chiunque.

Nella cornice dell’Auditorium Rita Levi Montalcini, gli incontri permetteranno di spaziare tra scienza e musicacinema e letteratura, in un ideale viaggio intorno alla nostra nuova contemporaneità che dall’analisi del presente recupera e rilegge la memoria collettiva del nostro passato.

#memoriafestival

www.memoriafestival.it


Contante e pandemia

Contante e pandemia

1 Luglio 2020

Dati forniti dagli istituti di vigilanza mostrano che la movimentazione del denaro durante la pandemia COVID-19 si è notevolmente ridotta, sia per le motivazioni legate alla chiusura di negozi e attività, quindi un calo dovuto a una riduzione molto forte degli acquisti on-site, sia per la paura dei consumatori relativa alla banconota come possibile portatrice del virus. Spesso il denaro viene visto come un oggetto sporco e veicolo di germi e batteri, anche se è necessario sfatare queste idee dal momento che, ad esempio parlando di COVID, il virus ha maggiori opportunità di sopravvivere su una superficie liscia come la carta Bancomat o carta di Credito, rispetto alla carta moneta.

Guardando i mesi della pandemia, nel mese di Aprile si è riscontrato che l’utilizzo del denaro si è abbassato del 52.7%. Attualmente però stiamo osservando un netto incremento, sicuramente dovuto alla riapertura di molte attività, nell’utilizzo della carta moneta; infatti rispetto alle percentuali di Aprile, nel mese di Maggio si è registrato un aumento di utilizzo del 13% rispetto al mese precedente. Questo indubbiamente è un dato che conferma che il consumatore si sta piano piano riavvicinando al negozio rispetto agli acquisti online e che quindi   nello store, l’italiano continua ad utilizzare la banconota, almeno per gli acquisti di importo non importante.

Sicuramente questo trend continuerà anche nell’imminente futuro in tutti quei paesi in cui il virus si sta lentamente ritirando, dando la possibilità di riprendere la vita normale di tutti i giorni, e di ricominciare ad acquistare beni on-site

Al miglioramento della gestione del contante, CIMA contribuisce con i propri prodotti e specialmente con la gamma InLane, che favorisce il distanziamento sociale e allo stesso tempo evita che il negoziante tocchi il denaro. Questo sistema supporta  il cliente con un sistema di cassa intuitivo ed intelligente e una erogazione del resto veloce e sicura, e il commerciante, aiutandolo con la quadratura di cassa e nella sicurezza del denaro incassato nell’arco della giornata.

L’utilizzo del contante non è mai stato così smart.


Ripristino numero aziendale Help-Desk

Ripristino numero aziendale Help-Desk

8 Maggio 2020

Finalmente, da lunedì 11 maggio, l’help desk CIMA sarà nuovamente operativo in azienda e risponderà al consueto numero fisso: 0535-418630.
Ci scusiamo per gli eventuali disguidi imputabili all’emergenza Covid-19 e Vi ringraziamo per la pazienza e la collaborazione.


Panetta, BCE: banconote senza rischi significativi

Panetta, BCE: banconote senza rischi significativi

28 Aprile 2020

Fabio Panetta, membro del consiglio direttivo della Banca Centrale Europea, scrive oggi in un editoriale pubblicato su diversi quotidiani europei.

Il ruolo della BCE, spiega Panetta, va “ben oltre la conduzione della politica monetaria. Essa svolge infatti altre importanti funzioni, talora poco visibili. E’ questo il caso dei servizi di pagamento. Un’adeguata disponibilita’ di contante e di strumenti di pagamento elettronici e’ essenziale per soddisfare sia i bisogni quotidiani delle famiglie – quali l’acquisto di beni o la riscossione di stipendi e pensioni – sia le esigenze delle imprese, come quelle di retribuire i dipendenti o di pagare i fornitori”.
[…]
“L’eurosistema – spiega – pianifica con largo anticipo le attivita’ relative alla produzione del contante; e’ pertanto in grado di assicurare la disponibilita’ di banconote nelle fasi di tensione”. Per conferire sicurezza al trattamento del contante, la Bce e’ inoltre in stretto contatto con primari laboratori al fine di esaminare la permanenza del coronavirus su diverse superfici. “Le analisi condotte – conclude – indicano che il virus puo’ sopravvivere su una superficie di acciaio inossidabile (quali le maniglie delle porte) da circa 10 a 100 volte piu’ a lungo che sulla carta di cotone delle banconote. Altre analisi indicano che il virus si trasmette piu’ facilmente da una superficie liscia come la plastica piuttosto che attraverso un materiale poroso come quello delle banconote. Nel complesso, il contante non sembra porre rischi di trasmissione del virus significativi rispetto ad altri tipi di materiali con cui si e’ normalmente in contatto”.

(Tratto da articolo de Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)


Ultimo aggiornamento COVID-19

Ultimo aggiornamento COVID-19

23 Aprile 2020

Clicca qui per leggere il documento tecnico sulla Fase 2 con le misure di contenimento e prevenzione nei luoghi di lavoro, pubblicato dall’INAIL.


Emergenza Coronavirus Supporto Help-Desk Italia

Emergenza Coronavirus

10 Marzo 2020

Al fine di garantire una continuità e regolarità del servizio help desk, abbiamo attivato i seguenti numeri di cellulare da contattare per richieste di assistenza:

340-4257550
348-4024363 
342-5081748

Questa soluzione ci consentirà di rispondere regolarmente per questo periodo, che ci auspichiamo sia più limitato possibile, in modalità smart working.

Il servizio sarà disponibile dalle 08.15 alle 18.30 dal lunedì al venerdì.

Vi ringraziamo per la consueta collaborazione. Uniti riusciremo a superare questo momento di criticità che sta coinvolgendo tutto il paese.


Emergenza Coronavirus

Emergenza Coronavirus

09 March 2020

CIMA spa ha adottato tutte le idonee misure atte a garantire la salute dei propri dipendenti, collaboratori, fornitori e clienti.

Il nostro stabilimento è regolarmente aperto e completamente operativo: i nostri dipendenti sono informati e rispettosi delle ordinanze emesse dalle Regioni e dal Ministero della Salute, nonché delle basilari norme igieniche necessarie per evitare la diffusione del contagio.

Confermiamo altresì che, essendo consentita la libera circolazione delle merci, possiamo garantire la regolare evasione degli ordini.


Ripristino linee telefoniche e posta

Ripristino linee telefoniche e posta

21 febbraio 2020

Si comunica che finalmente tutto è stato ripristinato e i server sono entrati in funzione.

Preghiamo chi ci ha inviato delle e-mail, di reinoltrarle perché la posta di ieri e stamattina è andata persa.

Ci scusiamo per l’inconveniente.